Bicarbonato di sodio: i benefici per la salute e gli effetti collaterali

0
178
Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un sale bianco, fino, inodore, non infiammabile e solubile. Tale sostanza naturale è molto versatile, infatti, si presta a numerosi utilizzi: è un additivo alimentare, ma lo si ritrova anche nei dentifrici per la sua ottima capacità sbiancante e nei rimedi farmaceutici come antiacido. Scopriamo quali sono le altre proprietà di questo eccezionale prodotto.

Le proprietà benefiche del bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio può essere utilizzato:

  1. in caso di problemi digestivi, come acidità di stomaco, reflusso gastrico, indigestione, nausea, bruciori intestinali, gastrite ed ulcera peptica. In questi casi, per avere un po’ di sollievo, è possibile sciogliere in un bicchiere d’acqua un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Tuttavia, se i sintomi persistono o si manifestano i maniera frequente, è bene rivolgersi ad un medico, al fine di comprenderne le cause ed intraprendere eventuali terapie;
  2. per la salute e l’igiene della bocca e dei denti. Infatti, aiuta a prevenire la formazione delle carie, del tartaro e della placca. Inoltre, profuma l’alito, sbianca i denti e riduce le infiammazioni del cavo orale, come gengiviti, afte ed herpes. Per sfruttare al meglio queste proprietà è possibile sciogliere un cucchiaino di bicarbonato di sodio in un bicchiere di acqua tiepida, creando così una sorta di collutorio naturale, che può essere utilizzato giornalmente. Ad ogni risciacquo è importante ricordarsi di tenere in bocca la soluzione per almeno 20 secondi e di terminale con un risciacquo finale a base di sola acqua, al fine di eliminare il sapore salato che rimane in bocca;
  3. per combattere le micosi, anche a livello vaginale, come la Candida albicans. Può essere usato per effettuare lavaggi esterni, anche più volte al giorno, in modo di lenire l’infiammazione, il prurito e l’arrossamento generati dal fungo. É sufficiente aggiungere due cucchiaini di bicarbonato di sodio all’acqua tiepida, raccolta nel bidet, ed effettuare dei lavaggi o rimanere semplicemente in ammollo per qualche minuto. Tuttavia, tale sostanza è efficace anche in caso di micosi ai piedi, come il famoso “piede d’atleta”. Anche in questo caso basta discioglierne una piccola quantità in acqua, durante il pediluvio. Inoltre, per aumentarne l’efficacia, può essere spolverizzato nelle calzature e sui piedi bene asciutti;
  4. per la bellezza dei capelli, in quanto dona lucentezza e combatte il calcare presente nell’acqua. In questo caso, il bicarbonato può essere applicato a secco prima dello shampoo o insieme ad esso;
  5. per la salute della pelle, al fine di eliminare i punti neri e attuare una buona pulizia del viso, poiché è un eccellente esfoliante. Basta mescolare il succo di mezzo limone con un po’ di bicarbonato, fino ad ottenere un composto cremoso, ed applicarlo sul volto, avendo cura di evitare gli occhi ed il contorno occhi. Dopo aver lasciato agire per qualche minuti, bisogna procedere alla rimozione della maschera con del cotone e lavare accuratamente il viso, al fine di eliminare ogni residuo;
  6. per ridurre i sintomi dell’influenza e del raffreddore, facendo dei suffumigi o ingerendo dell’acqua e bicarbonato, a stomaco vuoto;
  7. per prevenire i calcoli renali, poiché abbassa i livelli di acido urico nel sangue;
  8. in caso di congiuntivite, semplicemente facendo degli impacchi a base di acqua e bicarbonato di sodio;
  9. per lenire il fastidio delle emorroidi. Basta fare dei lavaggi, sempre con acqua e bicarbonato;
  10. in caso di cistite, per alleviarne il bruciore e riequilibrare l’acidità dell’urina. In questo caso, si consiglia l’assunzione di un cucchiaino di bicarbonato disciolto in mezzo bicchiere d’acqua, per almeno 3 volte al giorno.

Effetti collaterali del bicarbonato di sodio

Come la maggior parte delle sostanze naturali, anche il bicarbonato di sodio, può presentare delle controindicazioni. Per tanto, sarebbe meglio assumerlo sempre dopo aver consultato un medico.

Tra gli effetti collaterali si ricordano:

  • sete;
  • meteorismo;
  • inappetenza;
  • gonfiore;
  • vomito;
  • stanchezza;
  • sangue nelle urine;
  • bruciore di stomaco;
  • nausea;
  • ipertensione;
  • crampi;
  • ritenzione idrica.

È sconsigliata l’assunzione alle donne in gravidanze ed in fase di allattamento, ma anche agli ipertesi e a coloro che devono seguire un’alimentazione povera di sodio.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.