Aceto di mele: un prodotto, tanti benefici

0
315
aceto di mele

L’aceto di mele è un prodotto naturale, ricco di proprietà benefiche. É estremamente versatile, poiché può essere impiegato per diversi utilizzi, come la cura della pelle, la perdita di peso e il rafforzamento del sistema immunitario. Ma come viene prodotto? Presenta controindicazioni?

Come viene prodotto l’aceto di mele?

Per ottenere l’aceto di mele è necessario far fermentare le mele in acqua, all’interno di botti di legno. Una volta che la soluzione ha raggiunto il corretto tasso di acidità, deve essere filtrata e trasferita nelle bottiglie, dove viene sottoposta ad un’ulteriore stagionatura.

In commercio si trovano diversi tipi di aceto di mele, molti dei quali, tuttavia, tendono ad essere pastorizzati e trattati, e solo pochi sono del tutto naturali. I processi industriali, infatti, portano alla perdita della maggior parte delle proprietà benefiche. Per tanto, è bene prediligere prodotti biologici, dall’aspetto torbido, ottenuti dall’utilizzo di mele intere. La maggior parte degli aceti presenti sul mercato, infatti, sono realizzati solo con torsoli e bucce, escludendo del tutto la polpa, ovvero la parte più pregiata e ricca di nutrienti del frutto.

I nutrienti dell’aceto di mele

L’aceto di mele contiene numerosi nutrienti, preziosi per l’organismo:

  • calcio;
  • fosforo;
  • potassio;
  • zolfo;
  • fluoro;
  • beta-carotene;
  • silicio;
  • acido acetico;
  • ferro;
  • magnesio;
  • sodio;
  • vitamine A, B1, B2, B6, C, E;
  • rame;
  • pectina;
  • acidi di frutta.

I benefici dell’aceto di mele

L’aceto di mele è ricco di proprietà, che agiscono a livello dell’organismo, apportando numerosi benefici:

  • opera a livello del sistema gastrointestinale, aumentando la produzione della saliva e degli enzimi digestivi. Inoltre, contribuisce a migliorare la salute della flora batterica, riducendo il gonfiore addominale ed il meteorismo;
  • favorisce la perdita di peso, in quanto stimola il metabolismo, regola gli zuccheri nel sangue e diminuisce il senso di fame. Oltre a ciò, stimola la circolazione e favorisce il drenaggio delle cellule adipose;
  • rafforza il sistema immunitario, grazie all’alto contenuto di vitamina C, impedendo la proliferazione di batteri e di agenti patogeni;
  • combatte la degenerazione ossea, apportando calcio;
  • disintossica ed alcalinizza l’organismo, contribuendo all’eliminazione delle tossine e regolarizzando il pH del sangue;
  • migliora i problemi legati alla pelle ed alle mucose. Se usato esternamente, infatti, può contribuire a risolvere: acne, funghi, dermatiti, punture di insetti e invecchiamento della pelle, grazie al sue proprietà antiossidanti. Inoltre, è ottimo anche in caso di afte del cavo orale, gengiviti od infezioni della bocca;
  • ha un’azione fluidificante, espettorante ed antinfettiva. Per tanto, può essere usato in caso di mal di gola e di naso chiuso;
  • aiuta a combattere il colesterolo e l’indurimento delle pareti arteriose e venose;
  • tonifica gli organi ed il sistema cardiovascolare;
  • ha un’azione rinfrescante del cavo orale e aiuta a combattere alitosi;
  • contribuisce a regolare il livello di glucosio nel sangue;
  • previene la formazione di cellule tumorali, poiché è ricco di triterpenoidi, estratti dalla buccia della mela;
  • allevia i crampi e gli spasmi muscolari;
  • lenisce i dolori articolari e contrasta la formazione di calcoli, poiché contiene acido malico;
  • riduce la pressione arteriosa;
  • combatte la forfora ed i capelli grassi;
  • favorisce l’eliminazione di calli e di duroni dai piedi.

Modalità di assunzione dell’aceto di mele

L’aceto di mele può essere assunto dall’organismo in diversi modi:

  • ingestione: diluito in acqua e con l’eventuale aggiunta di miele. Di norma, si consigliano due cucchiaini al giorno di prodotto, preferibilmente al mattino;
  • inalazione: può essere utilizzato per fare i vapori, in caso di raffreddore o mal di gola;
  • contatto: viene inserito nei pediluvi, per rimuovere callosità e duroni. Inoltre, soluzioni di acqua ed aceto di mele possono essere utilizzate per fare i gargarismi, al fine di alleviare gengiviti, afte ed infezioni.

Effetti collaterali dell’aceto di mele

Come ogni alimento, anche l’aceto di mele, deve essere utilizzato in quantità moderata, poiché può provocare danni ed effetti indesiderati. Infatti, può rovinare lo smalto dei denti e le mucose orali.

Inoltre, può provocare eruzioni cutanee, dolori addominali, nausea, difficoltà respiratorie ed acidità di stomaco.

È sempre bene scegliere prodotti a base di mele biologiche, al fine di evitare l’ingestione di pesticidi e veleni.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.