Abbinamenti alimentari e bioterapia nutrizionale

0
63

Quando si decide di iniziare una dieta o comunque di perdere peso, è indispensabile costruire dei corretti abbinamenti alimentari, seguendo le indicazioni dietetiche che ci sono state suggerite. Tutti sanno quanto sia spesso difficile provare a dimagrire in determinati momenti della vita particolarmente stressanti.

A volte sono utili dei piccoli suggerimenti per affrontare il percorso di dimagrimento in maniera più agevole e meno stancante dal punto di vista emotivo. Per questo diventa necessario poter contare su abbinamenti alimentari giusti e che permettano di raggiungere lo scopo in tempi brevi.

Abbinamenti alimentari per dimagrire: cos’è la bioterapia nutrizionale

La bioterapia nutrizionale è una metodica sviluppata dalla Dottoressa Arcari Morini negli anni Sessanta che ha influenzato tutto il settore scientifico. In particolare, questo sistema nutrizionale usa gli alimenti e le modalità di cottura in modo intelligente, creando degli abbinamenti alimentari corretti.

Alla base di tutto c’è la cucina italiana, fatta di ingredienti gustosi e sani. Lo scopo principale è quello di produrre uno stimolo metabolico sull’organismo, coinvolgendo organi quali intestino, reni, fegato e tiroide. A colpire della bioterapia nutrizionale è soprattutto il fatto che viene utilizzato l’olio d’oliva senza limiti. Ciò è reso possibile dal fatto che l’apporto calorico maggiore viene bilanciato dalla riattivazione del metabolismo che quindi riesce a bruciare più calorie.

Il regime nutrizionale viene stabilito secondo la struttura fisica della persona, la sua storia medica ed eventuali terapie farmacologiche seguite.

Abbinamenti alimentari giusti: quali scegliere?

Per una dieta equilibrata e salutare, è dunque importante selezionare con cura gli abbinamenti alimentari corretti per non sbagliare e vanificare gli sforzi fatti. Ecco, quindi, qualche consiglio per combinare gli alimenti in maniera consapevole e senza commettere errori.

  • Non associare tra loro carboidrati diversi quali pasta e pane, pasta e patate.
  • Non associare tra loro fonti proteiche differenti come carne e pesce, pesce e uova, uova e formaggi.
  • Non mangiare frutta a pranzo o a cena, ma piuttosto consumarla a colazione o come spuntino.
  • A pranzo cercare di combinare proteine e carboidrati, magari con delle verdure di contorno.
  • A cena non associare carboidrati e proteine, ma consumare un secondo piatto e un contorno di verdure di stagione.

Per quel che riguarda invece i pasti principali, vediamo nel dettaglio cosa mangiare e come ottenere degli abbinamenti alimentari per dimagrire rapidamente.

  • Abbinamenti per la colazione: assumere carboidrati (pane di segale, fette biscottate integrali, cornflakes, fiocchi d’avena), proteine (latte vaccino, yogurt greco, albume, fesa di tacchino, latte vegetale) e zuccheri (miele, frutta di stagione, spremute, marmellata biologica)
  • Abbinamenti per il pranzo: assumere proteine (legumi e pesce magro), carboidrati (cereali, riso e pasta integrale), grassi (olio extravergine d’oliva) e verdure crude o cotte (pomodori, zucchine, cavoli, insalata, broccoli, melanzane, carote).
  • Abbinamenti per la cena: assumere proteine (carni bianche e rosse, pesce magro, uova, formaggi magri, salumi magri), verdure (rucola, lattuga, sedano, radicchio, spinaci, finocchi) e grassi (olio extravergine d’oliva e semi di lino)

Abbinamenti alimentari da evitare: consigli per non sbagliare

Una volta compreso come associare tra loro gli alimenti, è bene conoscere quali sono gli abbinamenti alimentari scorretti. Infatti, combinare gli ingredienti in modo errato può causare malassorbimento di alcuni nutrienti, ritenzione idrica e rallentamento della digestione. Ma quali sono gli abbinamenti alimentari da non fare?

  • Macedonia di frutta: evitare di mischiare più frutti, ma optare per un singolo frutto per volta, così da non avere un picco glicemico troppo elevato.
  • Caffè e latte: il tannino del caffè e l’albumina del latte vaccino formano il tannato di albumina, componente che rallenta digestione e intestino.
  • Spinaci e ricotta: gli ossalati degli spinaci rallentano l’assorbimento del calcio presente nella ricotta.
  • Pomodoro e mozzarella: questi ingredienti sono ricchi di sale e combinati insieme possono affaticare i reni e causare ritenzione idrica.

Consulenza nutrizionale: un ottimo inizio per una dieta efficace

Cercare di perdere i chili in eccesso non è mai facile, per nessuno. Ma come capire quali abbinamenti alimentari scegliere? Con www.tomella.it sarà possibile ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata, che possa costruire un percorso di dimagrimento specifico per le proprie necessità individuali. Ciascun cliente sarà seguito da specialisti del settore per dimagrire senza danni alla salute e in breve tempo. Grazie ad una dieta studiata nei minimi dettagli, sarà possibile perdere peso senza stress e preoccupazioni.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.