Ves alta: quando preoccuparsi

0
90
ves alta

Il valore Ves nelle analisi del sangue è molto importante, poiché consente di individuare i rischi di infezione, anche se non visibili e riscontrabili con altri metodi. Si tratta di un esame di routine, normalmente inserito nei monitoraggi periodici ai quali il medico sottopone periodicamene i pazienti ed indica la velocità di eritrosedimentazione dei globuli rossi: ovvero la rapidità con cui questi si depositano sul fondo della provetta in un determinato arco di tempo, di solito un’ora.

Perché si calcola la Ves

La presenza di uno stato infiammatorio o di un’infezione nell’organismo provoca il rilascio di specifiche sostanze nel sangue che, aumentando il peso dei globuli rossi, ne provocano una più rapida sedimentazione. Il controllo della Ves non è un esame diagnostico specifico per una certa patologia, tuttavia può essere utile in un controllo generale dello stato di salute, il cui esito permetterà al medico di effettuare ulteriori accertamenti.

Il test della Ves è utile nel caso di artrite, nella prevenzione delle recidive per il linfoma di Hodgkin e nel caso di febbre, dolori o malesseri non identificati, che potrebbero legarsi ad una forma di patologia infiammatoria. Poiché il singolo esame può indicare qualsiasi forma di infezione e infiammazione, grave o irrilevante, viene sempre effettuato in contemporanea ad altri test ematici, tra cui la Proteina C Reattiva, per poter offrire un quadro chiaro e preciso.

Come avviene il test della Ves

Per calcolare la Ves occorre effettuare un normale prelievo ematico, conservando il sangue in una specifica provetta graduata. I globuli rossi hanno tendenza, dopo un certo tempo, a depositarsi sul fondo del recipiente: la Ves consiste nel controllare la quantità di globuli rossi sedimentati entro un’ora, misurando l’altezza della sedimentazione in millimetri.

I valori di riferimeno variano in relazione al genere e all’età del paziente: è basso nei bambini, non più di 13 mm / ora, negli uomini adulti dovrebbe rimanere sotto i 20 mm / ora e nelle donne adulte sotto i 30 mm / ora. Ovviamente i valori di riferimento potrebbero variare in relazione ai diversi laboratori di analisi e l’interpretazione del risultato effettuata dal medico tiene conto anche di un quadro generale della salute del paziente.

Le cause di una Ves troppo alta

Quando il valore della Ves si presenta molto elevato, l’anomalia può essere dovuta ad uno stato infiammatorio o infettivo in corso a causa di patologie anche piuttosto serie, tra cui l’artrite reumatoide, il morbo di Crohn, alcune forme di tumore e di anemia, la setticemia, talvolta anche un infarto. Inoltre, il valore della Ves si alza anche in presenza di una ferita o di una forma di infiammazione relativamente banale e di lieve entità, per questo richiede un’indagine approfondita da parte del medico curante.

Una Ves piuttosto alta si evidenzia normalmente dopo il terzo mese di gravidanza, durante il ciclo mestruale, nelle donne che assumono la pillola contraccettiva e nei soggetti che soffrono di problemi renali e colesterolo alto.

Per tale ragione, nel momento in cui ci si sottopone al test della Ves, si raccomanda di ricordare sempre al proprio medico curante la presenza di patologie croniche e di eventuali terapie farmacologiche in corso.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.