Micosi della pelle: cause e rimedi che non hai considerato

0
34

La micosi della pelle corrisponde ai ben noti funghi che, se non trattati nei tempi appropriati e nella maniera più adeguata, rischiano di causare delle infezioni molto pericolose. La loro comparsa può essere originata da diverse cause, a cominciare dal diabete e da un indebolimento del sistema immunitario: entrambi i fattori sono in grado di favorire le infezioni fungine, ma lo stesso accade per una circolazione del sangue non ottimale o addirittura per delle semplici ferite. Tali infezioni, inoltre, possono essere determinate da un’igiene personale poco curata o dalla frequentazione di ambienti caldi e umidi.

Al di là dei rimedi classici che puoi adottare per agevolare la scomparsa della micosi della pelle, esistono anche delle soluzioni alternative che vengono prese in considerazione solo di rado, ma che in realtà si dimostrano comunque efficaci nel garantire risultati apprezzabili. Un esempio è rappresentato dall’aceto di mele, che ha proprietà antimicrobiche e proprio per questo motivo contribuisce a rimuovere la micosi; per di più, la sua acidità naturale fa in modo che la guarigione avvenga più rapidamente e che possa essere contrastata la diffusione dell’infezione. Si può assumere l’aceto di mele per via orale, mescolandone un paio di cucchiai con dell’acqua calda e bevendolo, oppure con un’applicazione esterna: in questo caso bisogna diluire una parte di acqua con una parte di aceto.

Anche l’abbigliamento e l’intimo anallergico possono essere molto utili per contrastare e prevenire la micosi della pelle, ma un altro rimedio originale che vale la pena di mettere alla prova è quello che prevede di ricorrere all’aglio, che è un perfetto agente anti-fungino dalle proprietà antibiotiche. Oltre a introdurre questo ingrediente nella dieta di tutti i giorni, si può usare l’aglio anche sulle zone interessate: basta schiacciarne un paio di spicchi e mescolarli con alcune gocce di olio in modo tale da ottenere una sorta di pasta che andrà applicata nei punti interessati e lasciata in posa per circa mezz’ora.

funghi della pelle, inoltre, possono essere uccisi dal tè, e in particolare dai tannini che questo prodotto contiene: le proprietà astringenti si coniugano con quelle antibiotiche, e in men che non si dica i sintomi dell’infezione sono destinati a sparire. Addio, quindi, alle irritazioni, ai gonfiori e ai bruciori: già, ma come fare per riuscirci? Non si deve far altro che mettere un paio di bustine di tè in ammollo per una decina di minuti in acqua tiepida: trascorso questo lasso di tempo, occorre estrarle dall’acqua e porle all’interno del frigorifero, dove dovranno essere lasciate per mezz’ora. Quindi le bustine, nel frattempo raffreddate, potranno essere messe sui punti da far guarire.

L’olio essenziale di lavandino, infine, è un rimedio molto fuori dagli schemi, se non addirittura sconosciuto, che però è in grado di garantire dei risultati più che apprezzabili: esso è indicato in modo particolare nel caso in cui la micosi della pelle sia riuscita a raggiungere le unghie, dei piedi o delle mani. I punti interessati vanno ricoperti con quest’olio, che è molto indicato per le infiammazioni della cute e per le escoriazioni.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.