Filtro olio motore: che cos’è, a che serve, ogni quanto si cambia

0
115

La spia dell’olio in auto si è accesa, sai che sarà il momento di cambiarlo, ma devi cambiare sempre anche il filtro olio motore oppure no? Ogni quanto si cambia? Ma soprattutto, ne senti sempre parlare, ma che cos’è esattamente e che ruolo ha nella tua bella auto?

Affinché un’automobile vada bene e sia sicura è indispensabile che il proprietario si prenda attenta cura di ogni sua componente interna di funzionamento. Quello che conta di più in un veicolo, infatti, è perlopiù proprio quello che non si vede. Parte importante del motore dell’auto è l’olio con il suo filtro.

Esso ha il fondamentale compito di lubrificare le varie componenti del motore che altrimenti a forza di sfregarsi potrebbero sporcarsi troppo (fa scivolare via lo sporco) o, peggio, usurarsi e danneggiarsi. Durante il procedere del mezzo, infatti, le sollecitazioni a cui il motore va incontro sono davvero tante indipendentemente dal tipo di mezzo. Oltre a questo l’olio fa sì che le parti in metallo non corrodano e che non si riscaldino troppo.

Cambio dell’olio: perché è importante e ogni quanto si fa

Proprio per l’importanza dell’ olio motore, in fase di costruzione del mezzo, si è fatta una spia appositamente dedicata che ha il compito importante di segnalare all’automobilista quando è il momento di cambiare questo fluido. L’attivazione di questa non è determinata da un sensore che capta che l’olio è viziato o il filtro ostruito, ma c’è una pre-impostazione fatta all’origine dal costruttore del mezzo affinché la spia si accenda quando l’auto ha percorso un tot di chilometri.

Di solito questa spia è più che sufficiente a capire quando è il momento di cambiare l’olio, ma ci sono delle eccezioni che fanno sì che questa non sia attendibile. In caso di guasto elettronico, infatti, potrebbe non accendersi affatto o, al contrario, attivarsi prima del previsto. Lo stesso può accadere per altri motivi, senza contare che potrebbero esserci perdite o altro. È per questo che bisogna conoscere ogni quanti chilometri percorsi è bene cambiare l’olio (20 mila di solito per i benzina, 35 mila per i diesel) e tenerne controllato il livello con l’apposita asticella presente in ogni auto.

Il filtro olio motore: il cambio e l’acquisto

Quando si cambia l’olio si deve cambiare anche il filtro olio. Quando questo fluido compie infatti il suo compito di pulizia, lubrificazione, raffreddamento, anticorrosivo si sporca ed è per questo che all’auto è stato aggiunto un sistema di filtraggio specifico che lo tiene pulito. Il filtro dell’olio serve quindi a impedire che l’auto si arresti per via di residui e detriti.

Come per l’olio, anche di filtri ce ne sono in commercio moltissimi più o meno costosi. Trattandosi tuttavia di un elemento così importante è sempre consigliato scegliere un prodotto di qualità anche se vuol dire spendere. Se tuttavia vuoi risparmiare, senza rinunciare per l’appunto alla qualità, acquista filtro olio online su Autopezzistore.it: i costi sono davvero competitivi e i brand dei filtri i migliori sul mercato.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.