Consigli utili per depurare il fegato dalle tossine in eccesso

0
211
depurare-il-fegato

depurare-il-fegatoIl fegato è la più grande ghiandola del corpo umano, deputata principalmente alla depurazione e allo smaltimento delle tossine e dei residui derivati dai processi metabolici.

Prendersi cura di questo organo è perciò di fondamentale importanza per il buon funzionamento del metabolismo, nonché per la salute e la bellezza della pelle, dei capelli, dei tessuti e del sistema immunitario.

Per questo motivo cercheremo di fornirvi alcuni consigli su come depurare il fegato in maniera semplice e naturale, per ridurre la ritenzione idrica, ma soprattutto per depurarsi dagli eccessi, specie dopo le feste natalizie.

 Come depurare il fegato con bevande disintossicanti naturali

Depurare il fegato con bevande a base di estratti naturali è sempre utile per smaltire tossine e residui azotati derivati dai processi metabolici.

In questo senso bere al mattino prima di colazione acqua calda e limone aiuta a rimuovere le sostanze nocive, nonché a regolarizzare l’intestino e a proteggere le vie biliari.

Anche un bicchiere di succo di aloe svolge le medesime funzioni depurative, da bersi al mattino e alla sera sempre a digiuno.

Per quanto riguarda infine gli infusi e le polveri solubili a base di erbe officinali utili a depurare il fegato, tra questi annoveriamo quelli che impiegano le seguenti piante:

  • tarassaco;
  • cardo mariano;
  • bardana;
  • carciofo;
  • linfa di betulla;
  • erba d’orzo.

Quali alimenti evitare e quali consumare per depurare il fegato

Per quanto riguarda invece i consigli dietologici per depurare il fegato, in prima istanza è bene limitare e ridurre al minimo il consumo delle seguenti tipologie di alimenti:

  • zuccheri;
  • prodotti a base di farina bianca raffinata di natura industriale, tra cui pane e pasta;
  • burro;
  • insaccati;
  • carne rossa;
  • pepe;
  • peperoncino;
  • caffè.

Molto utile per depurare il fegato è invece il consumo di thè verde, tisane depurative e il consumo di almeno 2 litri di acqua al giorno, al fine di aiutare l’organismo ad espellere mediante la minzione le tossine.

Per quanto riguarda gli alimenti che aiutano a depurare il fegato, tra questi annoveriamo invece:

  • l’aglio;
  • il pompelmo;
  • le carote;
  • le barbabietole;
  • i cereali integrali, ricchi di vitamine del gruppo B e di fibre, le quali aiutano anche a mantenere regolare l’intestino;
  • gli asparagi;
  • i broccoli;
  • i cavolfiori;
  • la rucola;
  • gli spinaci;
  • le noci, ricche di arginina, un amminoacido che aiuta l’espulsione dell’ammoniaca dal fegato;
  • l’avocado, un frutto ricco glutatione, un aminoacido che è in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi all’interno del tratto digestivo.

Altri consigli utili per depurare il fegato

Il seguente elenco rappresenta infine una serie di consigli utili per prevenire l’intossicazione epatica, aiutando la ghiandola nell’espulsione dei materiali accumulati durante la routine quotidiana:

  • evitare l’abuso di farmacie il loro consumo associato ad alcolici e frutta;
  • ridurre il consumo di sostanze alcoliche;
  • praticare regolare attività fisica;
  • tenere sotto controllo i valori di colesterolo nel sangue attraverso una dieta sana e priva degli alimenti nocivi per il fegato;
  • limitare il consumo di cibi grigliati o affumicati;
  • limitare il consumo di sale;
  • assumere la giusta quantità di vitamine e minerali attraverso il regolare consumo di frutta e verdura.
*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.