Bava di lumaca: un potente alleato di bellezza

0
151

Dopo il siero di vipera e la placenta di pecora, l’industria cosmetica ha spostato il focus su di un altro ingrediente naturale: la bava di lumaca. In realtà si tratta di un rimedio antico, già utilizzato in Grecia all’epoca di Ippocrate, che è tornato fortemente in auge, per le sue proprietà lenitive, purificanti, esfolianti e protettive. Un vero toccasana per la salute della pelle, ideale per contrastare acne, smagliature, macchie cutanee e cicatrici.

Bava di lumaca: che cos’è?

La bava di lumaca è una secrezione gelatinosa prodotta da particolari ghiandole localizzate a livello del piede (la parte del corpo che permette i movimenti), che svolge diverse funzioni, come: impedire la disidratazione dei tessuti molli, garantire l’aderenza alle superfici, favorire la lubrificazione a contatto con pareti e terreni duri ed allontanare eventuali predatori.

Il laboratori cosmetici sfruttano il mucopolisaccaride della specie Helix aspersa Müller, assai diffusa nel Mediterraneo e spesso allevata a scopo culinario. Tale gasteropode scerne fluidi continui, la cui intensità, tuttavia, muta a seconda degli spostamenti dell’animale, dell’umidità dell’ambiente, della temperatura esterna e della tipologia del terreno.

La bava di lumaca è composta da numerose sostanze attive, quali:

  • allantoina: una sostanza in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti e la proliferazione dei cheratinociti, cellule epidermiche, che proteggono l’organismo dall’attacco di agenti patogeni, dal calore, dalla disidratazione e dai raggi ultravioletti;
  • collagene: la proteina più importante del tessuto connettivo, che ha funzioni idratanti ed emollienti;
  • elastina: proteina che costituisce il tessuto connettivo, responsabile delle caratteristiche elastiche dei tessuti e degli organi;
  • acido glicolico: stimola l’esfoliazione e la formazione del collagene nel derma. Perfetto per ridurre le rughe, l’iperpigmentazione ed i segni generati dall’acne;
  • vitamine A, C ed E: svolgono un’azione antiossidante e cicatrizzante;
  • aminoacidi essenziali e proteine: favoriscono l’ossigenazione della pelle e la vascolarizzazione periferica, garantendo l’idratazione ed il nutrimento della cute.

Le proprietà della bava di lumaca

La bava di lumaca presenta molteplici proprietà:

  • azione idratante: favorita dai mucopolisaccaridi, cheforniscono alla pelle i fluidi necessari per evitarne l’essiccamento e l’esfoliazione;
  • azione cicatrizzante: la presenza dell’allantoina, del collagene e delle vitamine C ed E, favorisce la guarigione di ferite e di lesioni cutanee;
  • azione lenitiva: l’allantoina, combinata con i mucopolisaccaridi e le proteine, è ideale per combattere arrossamenti dovuti al sole od al freddo eccessivo;
  • azione nutritiva: la bava di lumaca ovvero rifornisce la pelle di elastina e collagene, sostanze essenziali per elasticizzare e tonificare i tessuti cutanei, nonché per ridurre le rughe ed i segni del tempo;
  • azione rigenerante: l’allantoina stimola la produzione di elastina e collagene, che favoriscono la riparazione dei tessuti e l’assottigliamento delle rughe, delle cicatrici, delle bruciature e delle macchie cutanee;
  • azione antirughe: l’acido glicolico, combinato con collagene, elastina, vitamine e mucopolisaccaridi, favorisce la riduzione dei solchi cutanei e dei segni del tempo;
  • azione esfoliante: l’acido glicolico contenuto nelle secrezioni dei Gasteropodi agevola la rimozione dello strato superficiale della cute, favorendo l’eliminazione delle macchie cutanee e la riduzione delle smagliature;
  • azione purificante: l’acido glicolico ed i peptidi impediscono l’accumulo delle impurità e la formazione delle untuosità cutanee. Inoltre, regolarizzano la produzione eccessiva di sebo, responsabile della formazione di punti neri e brufoli. Per tale ragione il muco di lumaca viene utilizzato per combattere gli effetti dell’acne;
  • azione antiossidante: le vitamine C ed E agiscono sulle infiammazioni e contrastano la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento della pelle.

Come viene prodotta la bava di lumaca per uso cosmetico?

La secrezione mucosa della lumaca, necessaria per la produzione di cosmetici, viene recuperata tramite interventi di sollecitazione all’ipersecrezione mucosa, attraverso radiazioni ionizzanti o centrifugazione. Tali metodi di estrazione non prevedono la morte del gasteropode e favoriscono la produzione di bava, che viene microfiltrata, al fine di eliminare di eventuali impurità.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.