A cosa servono i minerali? Tessuti, colori e trucchi

0
104

I minerali e le rocce sono stati tri i primi oggetti con cui l’uomo si è confrontato e che ha utilizzato per agevolare la propria vita. Ad oggi, questi prodotti naturali rivestono ancora un ruolo importante nella nostra vita di tutti i giorni, anche se spesso non vi facciamo caso o non ne conosciamo le modalità di utilizzo. Fin dall’epoca preistorica i minerali sono stati impiegati per la fabbricazione di manufatti e armi utilizzabili nella vita quotidiana e nelle sfide alla sopravvivenza umana. Tuttavia, essi sono serviti anche per la creazione di colorazioni naturali: le ocre rosse e gialle, derivate dagli ossidi e idrossidi di ferro, furono utilizzati nelle prime espressioni artistiche, mentre l’azzurrite, il cinabro, la cerussite, la malachite furono i usati per la colorazioni blu, rosse, bianche e verdi per le pitture degli artisti d’un tempo. Ma a cosa servono i minerali oggi?

L’utilizzo industriale dei minerali

Dall’epoca della loro scoperta, i minerali sono stati impiegati nell’industria manufatturiera. Molti prodotti insospettabili, infatti, sono creati proprio tramite l’impiego di questi prodotti naturali. È il caso, per esempio, dei tessuti. L’industria del vestiario e della moda, infatti, è sempre alla ricerca di nuovi tessuti dalle linee moderne e dalla fattura ecosostenibile. Che cosa può essere, dunque, meglio di usare dei prodotti interamente naturali e contenuti nella terra e nelle rocce?
Moltissimi stilisti scelgono di avvalersi delle stoffe realizzate tramite l’impiego dei minerali. Queste stoffe sono lucide e resistenti, sono facilmente lavabili, non scoloriscono e possono essere impiegate anche per la creazione di abbigliamento da lavoro.
Comunque, l’industria tessile non è l’unico settore in cui vengono impiegati i minerali, anche il settore dei cosmetici è un altro grande utilizzatore di questi. Attualmente ci sono moltissimi trucchi a base di minerali, come i trucchi di bareMinerals, disponibili a prezzi economici sul sito di QVC.

Che cos’è il trucco minerale

Il trucco minerale sta spopolando nel mondo della moda internazionale. È composto da soli minerali che, tramite l’impiego di particolari procedimenti tecnologici, vengono ridotti in polvere e uniformati in cristalli piatti. Una volta divenuti cristalli piatti, i minerali, a causa delle loro proprietà fisiche, aderiscono alla pelle senza occluderla e creano una superficie compatta unendosi tra loro. Anche se sembra innovativo, questo tipo di trucco, era in realtà molto usato anche dagli antichi Egizi. È possibile vederne un esempio ammirando i busti delle regine come Cleopatra e osservando le rappresentazioni presenti sui papiri e i sarcofaghi faraonici.
La particolarità del trucco minerale è la brillantezza del colore. Come i minerali naturali sono lucenti, così lo è il trucco da essi ottenuto. Inoltre, il trucco di questo tipo non comprende l’utilizzo di nanoparticelle che invecchiano la pelle e può essere considerato del tutto vegano, poiché non comprende mai l’uso di prodotti testati su animali né alcun ingrediente originario di questi. Infine, si tratta di un prodotto sicuro, realizzato di solito con cinque o sei ingredienti, che riduce il rischio di allergie e non si sente.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.