Come riacquistare la forma fisica dopo le vacanze

0
104

Le vacanze di Natale sono per molti sinonimo di bagordi: abbuffate faraoniche con parenti e amici, brindisi, dolci pieni di zuccheri e grassi. Insomma, un vero e proprio attentato alla linea!

Rimettersi in forma dopo le feste è quindi un imperativo non soltanto per gli appassionati di sport e fitness, ma anche per tutti quelli che non amano i chili di troppo.

In questo articolo vi sveliamo 3 segreti per perdere peso in modo sano e graduale, senza fare troppe rinunce, così da ritrovare il proprio equilibrio.

  • Mangiare almeno una porzione di frutta e due porzioni di verdura ogni giorno: una buona regola alimentare, non solo nei periodi di dieta, è quella di mangiare quotidianamente frutta e verdura. Queste due famiglie di alimenti infatti, come tutti sanno, sono ricche di proprietà nutrizionali che vi aiuteranno nei primi giorni ad eliminare i liquidi in eccesso, a ritrovare la regolarità intestinale e a sentirvi sazi più facilmente. Per quanto riguarda le verdure, è consigliabile preferire verdura in foglia da consumare ad insalata (indivia, lattuga, valeriana, rucola) o ortaggi da cuocere alla griglia o al vapore. Anche il forno è un metodo di cottura sano, a patto che non si ecceda con oli o panature. Per consumare la frutta invece consigliamo di optare per dei salutari succhi freschi. Utilizzate un estrattore di succo e lavorate gli ingredienti che più vi piacciono: arance, mele o kiwi. Sbizzarrite la vostra fantasia!  L’estrattore di succo inoltre è ottimo anche per lavorare verdure come spinaci, carote o cetrioli, ingredienti sempre più utilizzati per il cosiddetto “detox”; grazie a questo piccolo elettrodomestico potrete avere le vostre due porzioni di verdura anche se avete poco tempo da dedicare alla cucina! Se ancora non avete acquistato un estrattore di succo e cercate il modello più adatto alle vostre esigenze, vi consigliamo di dare un’occhiata a questa dettagliata guida all’acquisto che illustra tutte le possibilità offerte da questo piccolo elettrodomestico.
  • Non abolire i carboidrati, ma preferire farinacei integrali: spesso tornano alla ribalta diete miracolose in cui si eliminano completamente i carboidrati dai menù giornalieri, ma non c’è niente di più sbagliato! Come dimostrato dall’associazione americana S. News and World Report, la migliore dieta del mondo rimane quella mediterranea. Per stimolare la perdita di peso e ridurre gli zuccheri degli alimenti a base di grano o altri cereali, il vero trucco è quello di prediligere i prodotti a base di farine o cereali non raffinati. Riso e pasta integrali, farro, orzo, ma anche miglio, bulgur, couscous o quinoa: tutte ottime alternative che consentono un’alimentazione bilanciata e contengono una bassa percentuale di zuccheri. Per quanto riguarda le porzioni, il nostro consiglio è quello di non superare gli 80 g: questo aspetto è però strettamente legato alle vostre caratteristiche fisiche, al sesso e all’età.
  • Sì a pesce, legumi, carne e uova, no a salumi e formaggi stagionati: come i carboidrati, anche le proteine sono una colonna portante di una sana alimentazione, nonostante la percentuale giornaliera consigliata vari in base alla frequenza e all’intensità con cui si svolge attività fisica. Gli alimenti con il maggiore apporto proteico sono le carni magre, i legumi, le uova e il pesce: consigliamo di consumare almeno una porzione di uno di questi ingredienti ogni giorno, alternandoli in modo da variare quotidianamente. Per quanto riguarda le carni, potete scegliere tra un’ampia varietà: non limitatevi solo a petti di pollo e tacchino (i tagli meno grassi per eccellenza), provate anche il maiale magro, il manzo, l’agnello o il vitello. Importante solo scegliere tagli poco grassi: no a salsicce, pancette o costine e sì a bistecche, filetti, roast beef e muscolo. Gli affettati invece è meglio evitarli: si tratta infatti di alimenti ricchi non solo di grassi ma anche di sale. Gli unici affettati “magri” sono la fesa di tacchino, la bresaola e il prosciutto crudo sgrassato, da concedersi un paio di volte la settimana. Per quanto riguarda i formaggi, invece, evitate tutte le tipologie stagionate (provola, provolone, scamorza, parmigiano, pecorino), gli erborinati come il gorgonzola, e i freschi a base di latte di bufala (molto più grasso del comune latte vaccino). Optate invece per i formaggi freschi ad alto contenuto proteico e basso contenuto di grassi come il formaggio spalmabile, la ricotta, il formaggio in fiocchi o la mozzarella light.

Anche se i nostri consigli riguardavano l’alimentazione, non dimenticate di fare un po’ di movimento! Basta un po’ di stretching mattutino, qualche bella passeggiata o un po’ di bicicletta per riattivare il metabolismo e sgranchire i muscoli!

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.