Aloe Vera Forever: Gel Puro per il tuo benessere completo

0
152

Estrarre il succo direttamente dalle foglie di Aloe fresca è la maniera più facile e immediata per sfruttarne le sue proprietà. Prendi una foglia, la tagli a metà, la spremi e tiri fuori il gel puro. È un sistema un po’ rudimentale ma assolutamente valido, almeno se l’uso che ne fai è esterno e moderato.

Se invece devi mandarlo giù, devi separare le parti commestibili da quelle che possono risultare indigeste o, peggio ancora, tossiche. Bisogna fare attenzione ad estrarre dalle foglie solo il gel eliminando totalmente la scorza perché ricca di aloina.

L’Aloe Vera Forever è la migliore aloe pura al 100% attualmente in commercio che garantisce un metodo di produzione biologico, senza pesticidi e senza aloina.

Aloe Vera gel

L’Aloe Vera Gel Forever è un preparato che sfrutta le proprietà dell’Aloe Vera elaborando il succo delle sue foglie in maniera completamente naturale. Nonostante l’estrazione del gel fatta in casa non è particolarmente difficile, devi comunque dedicare tempo e attenzione alle varie fasi, se vuoi ottenere un gel che sia efficace e genuino.

La prima cosa cui devi stare attento è che sia assolutamente privo dei residui della patina protettiva che separa il gel dalla scorza, perché è proprio quella più ricca di aloina. Questa patina è indispensabile alla vita del gel perché, oltre a proteggerlo dall’aria che lo farebbe ossidare rendendolo inefficace, lo nutre e ne garantisce il ricambio delle cellule.

Infatti basta che rimangano delle porzioni di patina, anche minime, per causarti un brutto mal di pancia seguito da una probabile crisi diarroica. Poi c’è il problema della facilità che ha il gel di ossidarsi in presenza di una fonte luminosa. In questo caso diventa molto meno efficace. Allora la prima cosa da conoscere del gel dell’Aloe vera è come estrarlo correttamente.

Come si estrae il gel dall’Aloe vera

  • Come scegliere la foglia

Innanzi tutto dovrai scegliere la foglia, o le foglie, da cui estrarre la materia prima. Scarta quelle più vecchie soprattutto se hanno un aspetto malandato e ingiallito. Non prendere neanche quelle troppo giovani che è meglio invece lasciare crescere. Infatti il succo migliore lo ottieni dalle foglie che hanno superato i tre anni di vita.

  • Come tagliare una foglia di Aloe

Devi reciderla separandola dalla pianta madre. La regola comunque, quando si interviene su una pianta ad uso officinale, è che lo si faccia con una lama priva di ruggine, ben affilata e soprattutto disinfettata. Per disinfettarla puoi usare acqua e sapone, ma se sei fuori casa un ottimo sistema è strofinarvi sopra un mezzo limone tagliato.

Tieni pronto, prima di tagliare la foglia, un contenitore per alimenti, anch’esso ben pulito, non trasparente, dove riporre la foglia appena asportata. In mancanza del contenitore va bene anche un foglio di carta stagnola per alimenti e un sacchetto frigo per surgelati.

Appena l’hai tagliata portala in un ambiente sufficientemente buio e comincia a lavorarla. Per prima cosa asporta le spine, sempre con un coltello affilato e pulito, e poi incidi la foglia per tutta la sua lunghezza. La puoi incidere al centro aprendola a libro, oppure ai due lati, dove hai tolto le spine, rimuovendo la parte superiore della scorza come se fosse il coperchio di una scatola.

  • Come estrarre il gel dalla foglia di Aloe

A questo punto avrai sotto gli occhi la polpa perché la patina protettiva dovrebbe essere rimasta tutta attaccata alla scorza. Devi controllare attentamente che non ci siano residui e, se dovessi trovarne, devi rimuoverli delicatamente con un cucchiaino, sempre ben pulito, o con la punta del coltello.

Bene! ora sei pronto per prelevare l’Aloe vera gel. Puoi asportarla con un cucchiaio, ma fai prima se metti la foglia dritta su un piatto e fai scivolare la parte verde agevolandola con la punta del cucchiaino. Stai però sempre molto attento a non grattare anche il fondo dove c’è la patina gialla.

Al posto del piatto puoi versarlo direttamente nel barattolo che userai per conservarlo, e se indossi dei guanti in lattice riduci le probabilità di contaminazione del gel. Comunque devi fare molta attenzione che anche le tue mani siano ben pulite.

Aloe Vera gel: come conservarlo

Puoi chiuderlo in un barattolo e riporlo in frigorifero. Rimarrà attivo per qualche giorno poi tenderà a guastarsi. Per prolungarne la durata lo puoi mischiare al miele. In dipendenza dalla quantità di miele che metti rispetto al gel la durata può prolungarsi anche per mesi, soprattutto se togli l’aria e lo chiudi in maniera ermetica.

Un altro sistema per conservare il gel di Aloe vera è il congelamento del succo. Una volta scongelato però dovrai usarlo immediatamente, per cui la cosa migliore è congelarlo separatamente in piccole dosi.

Puoi prendere dei vasetti in plastica con coperchio, presso qualche negozio che vende articoli per confezioni alimentari, come puoi metterlo direttamente nei contenitori per cubetti di ghiaccio. Infatti i cubetti ghiacciati di Aloe vera gel sono perfetti da aggiungere ad una bibita estiva e si rivelano anche un ottimo rimedio per una sbucciatura o una contusione superficiale.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.