I rimedi più efficaci per curare il mal di denti

0
144
mal di denti cosa prendere

Il mal di denti è un campanello d’allarme doloroso, che indica la necessità di dover richiedere l’intervento del dentista. Tuttavia, qualora non si riesca a prenotare una visita in tempi ragionevoli o in fase di attesa, è possibile tenere in considerazione alcuni rimedi da poter assumere per ridurre il dolore.

Che cos’è il mal di denti?

L’odontologia (mal di denti) è una manifestazione dolorosa che genera fitte e spasmi a livello dei denti, che si propagano fino alle gengive ed ai legamenti parodontali. Il dolore, a seconda dei casi, può essere blando o pulsante, e tende ad accentuarsi in caso di stimoli termici (come il freddo ed il caldo), chimici (come gli zuccheri) o meccanici (come la masticazione).

Le cause più frequenti

Il mal di denti è un sintomo che si manifesta a seguito di innumerevoli disturbi dentali:

  • carie;
  • gengiviti;
  • parodontiti;
  • ascessi dentali;
  • accumuli di placca e tartaro;
  • pulpiti;
  • ipersensibilità dentinale.

Tuttavia, l’odontologia può essere causata anche da fattori extra-dentali, come:

  • sinusite;
  • disturbi cardiaci (angina pectoris, infarto del miocardio);
  • nevralgia del trigemino.

Tale fenomeno doloroso che colpisce i denti non deve essere trascurato, ed è importante individuare sempre il fattore eziologico scatenante, così da stabilire la modalità di intervento più adatta.

Cosa fare in caso di mal di denti

In caso di odontologia è necessario prendere appuntamento da un dentista e valutare con lui il da farsi. Tuttavia, in attesa dell’intervento dello specialista, è bene detergere i denti con acqua tiepida, in modo da non aumentare il dolore a seguito degli stimoli termici.

In caso di assenza di dentifricio e spazzolino, è bene sciacquarsi la bocca sempre con dell’acqua tiepida, così da eliminare i residui di cibo più consistenti. Anche il filo interdentale ha la sua importanza, e va utilizzato per rimuovere eventuali resti di cibo, impigliati negli spazi interdentali.

Ma in caso di mal di denti cosa prendere? Sicuramente i farmaci analgesici ed antinfiammatori sono i più indicati, anche se per la loro assunzione è meglio sempre chiedere un parere medico. Per alleviare il dolore, tuttavia, è possibile anche posizionare del ghiaccio, preventivamente avvolto in un panno, in corrispondenza della guancia dolorante e lasciare agire qualche minuto.

Un altro rimedio che punta ad anestetizzare, almeno parzialmente la zona, prevede di effettuare risciacqui con alcol, che deve essere tenuto in bocca almeno 30 secondi. Quando si ha mal di denti anche tenere la bocca chiusa può essere una buona soluzione, poiché la penetrazione dell’aria fredda, può accentuare la sensazione di malessere.

Mal di denti cosa prendere?

Un valido alleato per contrastare il mal di denti è sicuramente la natura, che mette a disposizione una vasta gamma di piante e di erbe, per ridurre il dolore percepito. É possibile, infatti, attuare sciacqui a base di estratti naturali, ad azione calmante, lenitiva ed antibatterica.

Particolarmente indicati sono: olio essenziale di chiodi di garofano, tintura idroalcolica di propoli, calendula, aloe vera, malva, salvia, menta e citronella. Per quanto riguarda le cure farmacologiche, ottimi sono i FANS (Ibuprofene, Acido acetilsalicilico, Naproxene), gli antibiotici, gli anestetici topici (Lidocaina) e le specialità farmacologiche disinfettanti-antibatteriche (Clorexidina).

Tuttavia, è sempre importante ricordare di attuare quanto prima una visita da uno specialista, in modo da individuare il trattamento medico più adeguato, che dipende dalla causa scatenante.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.