Fuoriuscite e irritazioni sulla pelle del neonato: come evitarle

0
123

La pelle dei neonati è molto sensibile, si irrita facilmente e tende ad arrossarsi appena entra a contatto con tessuti o sostanze che non tollera bene. Ecco perché cambiare spesso il pannolino, riponendovi la giusta attenzione, è fondamentale. Ma lo è anche scegliere il giusto abbigliamento per neonato e i migliori prodotti per l’igiene. Diamo uno sguardo alle regole più importanti.

Attenzione al sole, al mare e alla sabbia!

In estate è molto più facile che i bimbi soffrano di eritemi, dermatiti e irritazioni. Il sudore e la pelle costantemente poggiata sul fondo della carrozzina, avvolta da tessuti o a contatto con la plastica del pannolino, possono causare brutti arrossamenti. A peggiorare ulteriormente la situazione intervengono anche la sabbia e il sale dell’acqua di mare, in grado di creare le condizioni perfette per le irritazioni. Il consiglio è cambiare il pannolino con una buona frequenza e usare creme a base di ossido di zinco, facendo attenzione che all’interno della maglietta o del pannolino non resti neanche un po’ di sabbia.

Attenzione all’alimentazione

L’alimentazione può influire sulla salute dei bambini. Può capitare, infatti, che il sederino possa arrossarsi a causa di alcune intolleranze temporanee. Tra le più frequenti quelle al cioccolato e al latte vaccino. Inoltre, è bene sapere che nel periodo della dentizione, i bambini producono una saliva più acida del normale, in grado di modificare la composizione delle deiezioni ed infiammare la cute del sederino. Anche il latte materno può influire molto sulla salute della pelle del bambino, motivo per il quale la mamma dovrebbe evitare dolci, fritture e alimenti troppi pesanti.

Acquistare pannolini della giusta taglia

I pannolini troppo stretti possono provocare fastidi e irritazioni, mentre quelli larghi non garantiscono una giusta tenuta della pipì. Quando la pipì raggiunge la zona inguinale, questa si infiamma molto facilmente, pertanto vale la pena acquistare pannolini della giusta misura, dotati di bande laterali elastiche.

Lavare e asciugare bene le parti intime del neonato

Tra un cambio e l’altro, è necessario lavare bene il sederino del bimbo (evitando di esporre troppo spesso la sua pelle al sapone) ed asciugarlo altrettanto bene. È importante anche fare molta attenzione ad asciugare le pieghe che si formano sulla pelle delle gambe, nelle quali umidità e calore possono provocare brutte infiammazioni, nonché la proliferazione di germi e batteri. Se il bimbo è particolarmente soggetto alle irritazioni, è possibile ricorrere a una crema a base di ossido di zinco, dotata di interessanti proprietà lenitive.

Attenzione all’abbigliamento per neonato!

Anche l’abbigliamento per neonato ha una grande importanza nel mantenere la pelle dei bimbi sana e bella. A tal proposito, vale sempre la pena scegliere tessuti naturali come la seta e il cotone ed evitare quelli sintetici, soprattutto se destinati ad entrare in contatto diretto con la pelle. Per gli strati esterni, invece, meglio privilegiare ciniglia, spugna e felpa, sempre di cotone. Rispetto alla lana, il cotone consente una traspirazione migliore. È importante fare molta attenzione anche a non coprire troppo il bambino, né d’inverno né d’estate. I piccoli tendono a soffrire parecchio il caldo, pertanto è meglio adottare un abbigliamento a strati.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.