Cannabis light online: ecco dove trovare le migliori varietà

0
39

Trovare delle buona varietà di cannabis light online può essere difficile, ma tutto inizia dalla conoscenza.

In questo articolo potrai scoprire:

  • Quali sono le regolamentazioni per la cannabis light
  • Quali sono le varietà italiane
  • Alcune curiosità su due tipologie di cannabis light

Quali sono le regolamentazioni per la cannabis light in Europa

In Europa sono previste, ovviamente, delle regolamentazioni in merito alla produzione della cannabis e della vendita.

In Italia si farà riferimento alla legge 242 del 2016 e alla successiva Circolare sulle modalità di coltivazione e regole del florovivaismo del Ministero delle Polite agricole e forestali del 23 maggio del 2016.

Proprio all’interno di queste disposizioni si trova indicata la possibilità di coltivare e vendere infiorescenze di marijuana.

Ecco che, quindi, sarà possibile trovare cannabis light online di altissima qualità  sul sito terredicannabis.com.

Ma quali sono le migliori varietà sulle quali puntare per chi sia appassionato di questo tipo di cannabis?

Le migliori varietà di cannabis light

Si potrebbe pensare che l’Italia non sia un Paese nel quale poter coltivare con facilità la cannabis light, ma questo è un errore.

Infatti, il nostro Paese ha diverse coltivazioni locali che costituiscono ottime varietà per tutti coloro che le vogliano acquistare anche online.

Tra quelle europee, quindi, in Italia si trovano e si producono quelle seguenti:

  • Asso
  • Carna
  • Carmagnola
  • Carmaleonte
  • Codimono
  • CS
  • Eletta Campana
  • Fibranova
  • Fibrante
  • Glecia

Sono 10 qualità coltivate in Italia, e che rispettano ogni tipo di standard.

Sicuramente nell’acquisto di varietà italiane si avrà un doppio vantaggio.

Il primo è quello della coltivazione quasi a chilometro zero, che garantisce anche prezzi più competitivi in quanto non sarà necessario un lungo trasporto da altri Paesi.

Il secondo sarà costituito da una doppia garanzia, quella europea e quella italiana.

L’Italia, infatti, è famosa per i metodi di coltivazione ancora legati alla tutela dell’ambiente e anche della salute, e lo stesso avviene per la cannabis light.

Ora vediamo alcune curiosità sulle varietà di cannabis light coltivate in Italia.

La cannabis Asso, tutta tosco-romagnola

La cannabis Asso è tra le varietà certificate di origine italiana, e viene coltivata nelle zone dell’Alta Toscana e dell’Emilia Romagna.

I valori medi di CBD per questa varietà si assestano intorno ai 4/5%.

La sua semina avviene ad inizio primavera, e la sua raccolta può avvenire a partire dalla fine di luglio, o dai primi giorni di agosto.

L’altezza media che può raggiungere la sua pianta può superare anche i 4 metri di altezza.

In molti casi la cannabis Asso viene utilizzata per la produzione di biomassa.

La cannabis Carmagnola, un nome una garanzia

Una varietà di cannabis light italiana è la Carmagnola, che prende il nome dalla cittadina in provincia di Torino, famosa anche per i peperoni.

Questa varietà è davvero robusta e la sua pianta può superare anche i 5 metri d’altezza.

Grazie alle sue caratteristiche di resistenza questo tipo di pianta può essere coltivata non solo indoor ma anche all’esterno, anche se, come accade per molte delle varietà selezionate, dovrà comunque essere controllata correttamente per evitare danni.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Scienzadelbenessere.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.